La Raggi e le ragioni della rigidità femminile (ovvero dell’equivoco sulla seduzione)

Ancora prima dell’elezione come primo sindaco donna di Roma, Virginia Raggi, come ogni candidato a qualcosa di rilevante e non solo nel nostro Paese, è stata messa sotto la lente dell’ingrandimento e ne sono stati individuate caratteristiche buffe (le orecchie) e tutti i difetti possibili, perché chi aspira al potere sa che uno degli elementiContinua a leggere “La Raggi e le ragioni della rigidità femminile (ovvero dell’equivoco sulla seduzione)”