Archivi del mese: novembre 2011

perduto amor (ovvero se sono un intellettuale non uso l’I-pad)

Dovresti impegnarti a conservare e tramandare il passato, non viverci dentro, sennò sei un fantasma, un parassita inutile al presente e non servi a niente per quelli del futuro. Sei un parassita egoista che invece di usare la tua vita … Continua a leggere

Pubblicato in il mondo dalla mia stanza | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

aoh, ma un caffettino?(ovvero messaggi dallo spazio infinito)

E’ troppo grande la città ed è difficile incontrarsi, potrebbe essere il ritornello che sottolinea i nostri rapporti interpersonali. Almeno a Roma. A volte rifletto su quanto poco e quanto raramente si riesca ad incontrare o frequentare come dio comanda … Continua a leggere

Pubblicato in di cinema, il mondo dalla mia stanza, whatever | Lascia un commento

IN 3D? SEI PAZZO?(ovvero rassicurazione per seguaci del vademecum radical chic)

Una volta, un bel po’ di anni fa, ho assistito a un dibattito al Sacher, la sala cinematografica romana di proprietà di Nanni Moretti, condotto proprio da lui. Era il periodo in cui al cinema furoreggiava “Matrix” e una ragazza, … Continua a leggere

Pubblicato in di cinema | Contrassegnato , , | Lascia un commento