Archivi categoria: il mondo dalla mia stanza

Periodi in cui non ho voglia di mettere il naso fuori di casa, ma vi vedo lo stesso.

ALIENI A ROMA (l’armata delle tenebre sul Raccordo Anulare)

Anne e la sua battaglia vs mobilità romana episodio 345672. Ieri sera torno tutta contenta da un appuntamento al Pigneto, mi vi ero recata in tram, dato che – mi sono detta – da casa mia a cinque minuti c’è … Continua a leggere

Pubblicato in c'è pure questo, della narrazione, il mondo dalla mia stanza, whatever | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

il vero femminismo nella proposta di facebook e apple (e di chi guarda il dito e non la luna)

Un paio di giorni fa leggo questa notizia, in cui ci comunicano che Facebook e Apple, i due (ricchi) colossi americani, hanno avuto quest’idea, pagare il congelamento degli ovociti a quelle impiegate che lo volessero. Congelare gli ovuli è una … Continua a leggere

Pubblicato in c'è pure questo, della narrazione, gli uomini maturano, le donne invecchiano, il mondo dalla mia stanza, whatever | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

LA NOSTRA RIVOLUZIONE (è la crisi signora, ci rende tutti nervosi)

Un paio di giorni fa hanno proiettato alla Casa del Cinema di Roma un documentario girato da Lorenzo, mio marito, di cui sono pazza (di entrambi, del marito e del documentario). Si chiama “Terra da Fraternidade” l’ha realizzato tra Spagna … Continua a leggere

Pubblicato in c'è pure questo, della narrazione, il mondo dalla mia stanza, whatever | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

TANTO C’E’ POSTO (un altro orgoglio tutto italiano)

Quest’anno Ryanair ha incentrato la sua campagna pubblicitaria sul principio che adesso anche loro assegnano il posto e ti lasciano portare anche la borsetta oltre ad una valigia grande 3 cm x 3, quindi chi ha l’ardire e la follia … Continua a leggere

Pubblicato in c'è pure questo, della narrazione, il mondo dalla mia stanza, whatever | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

VOGLIO UN BIKINI DISEGNATO DA MIRANDA JULY (qual è il bikini di una donna di sinistra?)

Cara Miranda July,   ciao, sono anche io una regista ma vivo in Italia quindi è un po’ come se non avessi un lavoro, nel senso che pago le tasse come regista, di quando in quando dirigo dei film ma … Continua a leggere

Pubblicato in della narrazione, di cinema, il mondo dalla mia stanza, whatever | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento