Archivi categoria: il mondo dalla mia stanza

Periodi in cui non ho voglia di mettere il naso fuori di casa, ma vi vedo lo stesso.

una parolin di troppo e l’apocalisse (delle sconfitte per l’umanità)

Oggi mentre pranzavo contenta e soddisfatta dato che il sole splendeva alto nel cielo, fiera di me per aver preparato una caponata che è la perfezione delle caponate, seguo le notizie su Sky Tg24 come facciamo di solito e noto … Continua a leggere

Pubblicato in c'è pure questo, della narrazione, il mondo dalla mia stanza, whatever | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

IL CINEMA ITALIANO E’MORTO (meno male che sono più o meno finlandese)

Da biculturale amo entrambe le mie patrie ma allo stesso tempo ho un punto di vista privilegiato e magari più oggettivo dei purosangue su entrambe. Ogni tanto però nascono spontanei i paragoni, quel che tira fuori il bene e il … Continua a leggere

Pubblicato in c'è pure questo, della narrazione, di cinema, il mondo dalla mia stanza, Uncategorized, whatever | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

ma dove ho messo il telefono? (noi e i nostri smartphone)

Io e il cellulare, inteso come telefono, abbiamo una relazione complicata. Lo perdo, non lo trovo, non lo sento. Da quando esiste lo smartphone va un pochino meglio solo perché amo leggere subito le Ansa appena sveglia, i social li … Continua a leggere

Pubblicato in c'è pure questo, della narrazione, il mondo dalla mia stanza, whatever | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Un nuovo movimento per la Vita (con questo il bonus morale è assicurato)

Ma sì, facciamoci assalire e aggredire da qualche fondamentalista urbano che non capirà la genialità della mia proposta, visto che di Grillo non ha più senso parlare, oggi butto lì questo link. è una vita che cerco di ricordare a … Continua a leggere

Pubblicato in c'è pure questo, della narrazione, il mondo dalla mia stanza, whatever | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Confessioni di una mente che aveva sprezzo del pericolo (se all’improvviso ti preoccupa prendere un aereo)

Stamattina all’alba ho preso un aereo per tornare a casa, sono stata all’estero un paio di giorni per lavoro e insomma proprio all’indomani della tragedia dell’aereo Germanwings stavo su un aereo. Da quando sono nata viaggio. Avanti e indietro da … Continua a leggere

Pubblicato in c'è pure questo, della narrazione, il mondo dalla mia stanza, whatever | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento