Archivi del mese: ottobre 2011

SVISTE (ovvero è inutile che fai le cose in grande se dimentichi l’essenziale)

Festival di Roma, il nostro festival de casa, per dirla alla romana, per l’appunto. Soprattutto per chi lavori nel cinema, intorno, sopra, sotto o a proposito di cinema e viva a Roma, da quando questa “Festa del cinema” esiste, è … Continua a leggere

Pubblicato in c'è pure questo | Lascia un commento

LA QUARTA ETA’ (OVVERO UN CONTO E’ ESSERE ANZIANI, UN CONTO VECCHIO DI M….)

Sono una di quelle persone fortunate – in questo senso – che hanno avuto modo di conoscere almeno un bisnonno. Ovviamente bisnonna, visto che non è leggenda il fatto che quando una femmina di essere umano si mette in testa … Continua a leggere

Pubblicato in c'è pure questo | Lascia un commento

favola realistica 1: IL BRUTTO ANATROCCOLO

Il problema della vita di ogni adulto occidentale sta nel fatto che da piccoli ci prendono per il culo, dalle favole a Babbo Natale il nostro imprinting si basa su un inganno costante. Ho deciso che per le nuove generazioni … Continua a leggere

Pubblicato in FAVOLE REALISTICHE | Lascia un commento

la cura (ovvero c’è chi lo ha fatto davvero)

Di solito preferisco definirmi “apolide” o “sradicata”, rincarando la dose con l’espressione con meraviglioso sradicamento, che ha messo pace nei possibili sensi di colpa divisa tra mamma e papà – o nonni corrispondenti – davanti a domande tipo “ti piace … Continua a leggere

Pubblicato in di cinema | Lascia un commento

un sabato italiano (ovvero guarda me, no guarda me)

Inevitabilmente in questi giorni stiamo tutti pensando a una parola in particolare: VIOLENZA. Quel che è successo sabato 15 ottobre scorso a Roma – diciamo pure che non si sono scambiati margherite nemmeno nel resto del mondo – adesso è … Continua a leggere

Pubblicato in c'è pure questo | Contrassegnato , , | Lascia un commento